Wardrome, un Browser-Game Italiano – Recensione

Wardrome è un browser game, accessibile da questo sito, nato da un team tutto italiano, che saprà mettere a dura prova la vostra capacità nella gestione di un impero galattico.

Prima di partire con la spiegazione dello sviluppo attuale, facciamoci spiegare come è nato dal suo sviluppatore.

“Circa 14 anni fa mi imbattei in un gioco open-source, sci-fi, text-based: Solar Empire. Vidi in quello che era poco più di un gioco da tavolo messo sul web il seme per un gioco online molto più complesso. Così iniziò il lungo travaglio per la creazione di Wardrome. Ben presto abbandonai la versione GPL di un certo Moriarty per riscrivere il codice da capo.”

Il gioco restò per un periodo abbastanza somigliante al suo predecessore, ma con l’evoluzione del codice in ajax e con i grossi miglioramenti grafici introdotti alla fine mutò radicalmente. Ormai è difficile considerarli della medesima famiglia anche osservandoli attentamente.” Il team ha lavorato duramente sulla grafica di gioco attraverso la scrittura dei CSS e la progettazione 3D delle astronavi. Ricardo, lo sviluppatore di Wardrome, ha scritto il codice del gioco (parte in C++ e parte in PHP), installato i software dei server e modellato alcune astronavi.

Il gioco ha sempre avuto una buona affluenza diffondendosi tra gli appassionati di fantascienza e giochi di ruolo tramite recensioni e social network mantenendo lo spirito con il quale è stato creato e sviluppato: portare avanti una passione.

Gameplay

Wardrome è un universo sci-fi dove il gioco di ruolo raggiunge alti livelli, con un sistema politico attivo e portato avanti dai giocatori.

La mappa è davvero enorme ma con noi avremo un sistema di coordinate molto preciso che ci aiuterà nell’orientamento.

Dopo l’iscrizione e la scelta della razza(al momento ne sono presenti 4: Umani, Cyborg, Cloni e Androidi) verrete guidati da un tutorial che vi insegnerà le basi per potersi muovere all’interno di Wardrome.
Finito il tutorial avrete già il completo controllo delle vostre azioni. Giunti a questo punto potrete decidere voi come portare avanti il vostro impero, creando flotte di astronavi, colonizzando pianeti ed esplorando la galassia. La possibilità di partecipare a clan o di formarne uno da la possibilità di aumentare le collaborazioni tra i comandanti. Oltre ai giocatori, avete la possibilità di incontrare avversari come gli Alieni, intelligenze artificiali capaci di fare le stesse vostre azioni e con a disposizione una propria tipologia di navi.
Su Wardrome ognuno avrà la possibilità di conquistare e distruggere navi o pianeti e acquistare, scambiare o rubare le risorse. Per poter costruire potenziamenti e migliorare i propri pianeti e astronavi avrete bisogno di risorse: Metallo, Carburante, Antimateria e componenti elettronici. Le risorse potrete reperirle con la propria flotta stazionando in una coordinata o produrle attraverso miniere o raffinerie all’interno dei pianeti utilizzando dei coloni per farle funzionare, mentre i componenti elettronici saranno prodotti dalle navi degli industriali o sulle omonime fabbriche dei pianeti. Sui pianeti è possibile fare numerose ricerche che permetteranno la costruzione di dispositivi e navi di carriera, nuove strutture o missili di ogni genere.

Le carriere a disposizione sono sette e si possono dividere in due filoni principali: guerriere e costruttori o raccoglitori.
Le carriere guerriere (pirata, militare e cacciatore di taglie) sono incentrate sul combattimento e quindi hanno equipaggiamenti e potenziamenti atti a migliorare questo aspetto. Queste richiedono però una maggiore presenza per il giocatore che mette in prima linea le sue capacità contro avversari più o meno temibili. Costruttori e Raccoglitori (minatore, industriali, colonizzatore, scienziato, commerciante) sono per certi versi molto più “tranquille”. Infatti la maggior parte delle loro navi, una volta messe a raccogliere risorse, procederanno in modo autonomo fino al riempimento delle stive. Lo stile di gioco dei commercianti presenta qualche differenza in quanto, per guadagnare solari, devono effettuare una compravendita di materiali tra gli spazioporti presenti nella mappa. Qualunque sia la strada scelta ci sono equipaggiamenti e navi base comuni a tutte le carriere che vi permetteranno di sperimentare entrambi questi aspetti.

Interfaccia di un labirinto di una trappola pirata su Wardrome.
Interfaccia di un labirinto di una trappola pirata su Wardrome.

Oltre a queste carriere ce ne sono quattro speciali, molto simili alla carriera militare, basate sulla razza del proprio personaggio. Conosciute come “Super Razza” si possono considerare come l’evoluzione della propria razza. La super razza può essere ottenuta sconfiggendo gli alieni a difesa degli asteroidi sparsi per la mappa. Una volta in possesso di questa carriera gli umani diventeranno Demoni, i Cyborg saranno Vampiri, i Cloni Zombie e gli Androidi Aberrazioni Meccaniche, acquisendo quindi la possibilità di utilizzare navi e dispositivi specifici.

Il sistema politico, come detto in precedenza, è interamente controllato dai giocatori, che potranno candidarsi e votare per formare il senato che avrà il compito di creare leggi e giudicare i colpevoli di reati con delle pene che possono variare da semplici multe o carcerazione fino alla messa in fuorilegge e quindi nemici della repubblica.

 

Wardrome: in conclusione

Wardrome come detto in precedenza ha l’intento di portare avanti una passione che da quattordici anni ancora è in piedi ed in continuo sviluppo. Quello che vi ho mostrato in questa recensione è solo una parte del gioco che in sé non risulta essere difficile, ma presenta tratti e sfaccettature che possono renderlo complesso. La difficoltà principale sarà quella di reagire in maniera appropriata alle mosse dell’avversario di turno (che sia esso un‘intelligenza artificiale o un più temibile giocatore).

Come per molte altre cose, la migliore arma è la conoscenza quindi, in game, non temete e ricorrete alle guide o chiedete consigli ai giocatori nell’apposito canale “Newbie” o allo stesso  amministratore e sviluppatore del gioco, sempre pronto a rispondere ai bisogni dei giocatori.

Vincenzo Aucello

Da poco interessato al mondo dei videogames, ma con una passione che sta crescendo in modo esponenziale. Ho iniziato giocando con la playstation one, a botte di Tekken 3 e Lego Star Wars, cresciuto giocando a Pokemon Rosso Fuoco e Verde Foglia. Le mie possibilità economiche mi limitavano con pc di fascia molto bassa e quindi a giocare sempre e solo FreeToPlay. Da poco sono riuscito ad avere un buon pc che mi permette di giocare i titoli che mi sono perso fino ad oggi e la voglia di giocarli non passa mai.

Un pensiero riguardo “Wardrome, un Browser-Game Italiano – Recensione

Lascia un commento