Le novità di Razer alla fiera dell’elettronica CES 2018

Razer ha mostrato al CES 2018 tutte le sue nuove idee per il futuro, dal tappetino in grado di caricare il mouse, al suo ambizioso “Project Linda”, fino ad arrivare agli altoparlanti Nommo e Nommo Pro.

Uno dei timori più grandi di coloro che utilizzano molto spesso il PC, soprattutto quello fisso, è di finire le batterie per il proprio mouse, o per la tastiera; per questo motivo Razer ha avuto l’ottima idea di costruire un tappetino che fornisce ininterrottamente energia al nostro mouse, a patto che esso abbia abilitato HyperFlux, ma andiamo con ordine. Innanzitutto è bene sapere che la nuova tecnologia di Razer si differenzia da quanto visto in passato poiché permette al tappetino di creare un campo magnetico in grado di trasferire efficientemente l’energia al nostro mouse, al posto di caricare una batteria. Per questo motivo non aspettatevi qualcosa di simile a quanto accade già con gli smartphone, dal momento che in linea teorica non è assolutamente necessaria una batteria affinché il vostro mouse possa funzionare.

Razer

Oltre al vantaggio di possedere quindi un mouse senza fili e che non necessita di cambio alle batterie, avrete anche uno strumento molto più leggero nella vostra mano, simile quasi ai mouse con filo. Le novità di Razer mostrate al CES 2018 tuttavia non terminano qui, infatti, secondo l’azienda, è possibile per un moderno cellulare svolgere le funzioni finora relegate ai più comuni  PC portatili. Il “Project Linda” è un portatile con schermo da 13,3 pollici alimentato dallo smartphone Android Razer Phone, del quale potete trovare dei dettagli a questo link. Il concetto ricorda molto quello della console Switch di Nintendo, in cui un dispositivo portatile svolge tutte le funzioni, ma può utilizzare una periferica più “grande” per eliminare i problemi dovuti alle dimensioni (come ad esempio uno schermo piccolo e una tastiera non adatta). Per questo motivo il “Project Linda” integra al suo interno lo spazio per lo smartphone proprietario di Razer, nel posto in cui normalmente si troverebbe il classico mouse tattile. Se avete dubbi sulle potenzialità del cellulare, vi basterà sapere che sono stati confermati sia la CPU Qualcomm Snapdragon 835, sia gli 8GB di RAM che renderanno il dispositivo mobile in grado di svolgere qualsiasi operazione. Ricordiamo infine che lo smartphone disporrà di uno schermo da 5,7 pollici, che potrà essere utilizzato come mouse tattile proprio se connesso a “Project Linda”.

Razer

Ultima, ma non per questo meno importante, è la linea di altoparlanti Nommo e Nommo Pro; mentre il primo è un sistema 2.0 che vanta un ottimo rapporto qualità prezzo, il secondo è invece un 2.1 certificato THX, con tecnologia Dolby Virtual Speaker. Specificatamente studiati per la percezione ambientale all’interno dei videogiochi, gli altoparlanti Nommo assicurano un audio posizionale molto accurato grazie all’immagine stereo reale destro e sinistro. Non per questo comunque è stato disdegnato l’utilizzo di queste casse per dare il meglio anche con la riproduzione di musica o di film.

Razer

Fonte

Silvestro Iavarone

Classe 1993, studente universitario, che passa comunque ancora tanto e troppo tempo a videogiocare, nonostante tutto!

Lascia un commento