Netflix Valentine’s List: 5 film da vedere in streaming a San Valentino

Vecchi e nuovi da non perdere in uscita a febbraio.

SE CI CONOSCESSIMO OGGI di Ari Sandel

A partire dal 9 febbraio.

Noah ha appena vissuto una festa perfetta. Ha riso, ballato e bevuto, scattato fototessere con la dolcissima Avery (Alexandra Daddario)… eppure, si sa, il rischio della friendzone è sempre dietro l’angolo. Così il povero protagonista, interpretato da Adam DeVine, si ritrova 3 anni dopo alla festa di fidanzamento di Avery, ne è ancora stra-innamorato ma il futuro sposo purtroppo non è lui. Cosa fareste se in una tale disperata situazione la stessa macchinetta delle fototessere vi riportasse indietro nel tempo, proprio a quella sera? Cosa fareste di diverso per conquistare il cuore della ragazza dei vostri sogni sapendo già tutto di lei?

Se ci conoscessimo oggi (titolo originale: When we first met) è una commedia leggera e ironica di produzione Netflix Movie, con un pizzico di surrealtà che rende la storia più originale e moderna di quanto ci si aspetta.

Link al trailer Netflix: https://www.netflix.com/it/title/80117531

L’UNICA di Stephanie Laing

A partire dal 16 febbraio.

Cambiamo totalmente genere e tono. Quando si tratta di malattie non è mai facile raccontare storie affrontando un tale argomento, si rischia sempre di non rendervi giustizia o di essere indelicati. Eppure, già dal trailer e dalle prime informazioni, non sembra essere il caso di questo film.

Con tatto e tenera-malinconica ironia L’Unica (titolo originale: Irreplaceable you) racconta la storia di Abbie e Sam dopo una diagnosi di cancro che per lei sa di condanna. Abbie (Gugu Mbatha-Raw) decide quindi di cercare una ragazza per Sam (Michiel Huisman) per quando non ci sarà più, portando a risvolti simpatici ed esilaranti affatto fuori tono per questo tipo di dramma. Altro nome sorprendentemente parte del progetto Netflix Movie è il bravissimo e pluri-premiato Christopher Walken, nei panni di un partecipante al gruppo di supporto di Abbie con cui svilupperà un rapporto padre-figlia di sincera amicizia e guida.

Link al trailer Netflix: https://www.netflix.com/it/title/80184625

MUTE di Duncan Jones

A partire dal 23 febbraio.

Duncan Jones è ormai un nome che per il genere fantasy e fantascienza significa molto, prima di tutto: garanzia di messaggi importanti e di un linguaggio per niente banale utilizzato per trasmetterli. E con la produzione Netflix sembra ci troviamo davanti a un altro annunciato ottimo lavoro. Mute è la storia di un uomo che non parla (Alexander Skarsgård) che si avventura, dopo la scomparsa della sua ragazza, nella malavita di una Berlino futuristica (anno 2052). Saranno le azioni e le scelte ad essere più eloquenti delle parole. Altre importanti presenze del cast Paul Rudd e Justin Theroux.

AMORE AL METRO QUADRO di Anand Tiwari

A partire dal 14 febbraio.

Per il genere commedie romantiche eccentriche è la volta di un film indiano. Sanjay e Karina lavorano insieme e non riescono a mettere da parte abbastanza denaro per comprare una casa… ah ma avete capito male? Non stanno insieme e nemmeno se lo sognano. I due decidono, però, di stipulare un matrimonio di convenienza pur di avere il loro agognato nuovo tetto sulla testa, in un bizzarro e improbabile percorso che, si capisce già, porterà questi due squinternati bancari a innamorarsi davvero.

Link al trailer Netflix: https://www.netflix.com/it/title/80227304

IL MIO GROSSO GRASSO MATRIMONIO GRECO (2002)

A partire dal 13 febbraio.

Diretto da Joel Zwick e prodotto da Tom Hanks, non credo Il mio grosso grasso matrimonio greco necessiti di ulteriori presentazioni. Quello di Netflix è un simpatico invito a riscoprire una delle commedie più romantiche e amate dei primi anni duemila, la storia tenera ed esilarante di Toula e Ian nella (apparentemente) impossibile impresa di convincere la sua famiglia greca ad accettarlo tra loro. Per chi non l’avesse già in DVD è un must assoluto di San Valentino.

Laura Collesano

Una vita all'insegna della dipendenza inguaribile da storie. Sono drogata da circa 27 anni e mai stata "sobria", forse neanche per un giorno. Che sia in forma filmica, cartacea o videoludica amo la narrazione e amo raccontare. Scrivo soprattutto di questo e altra mia grande passione: i dibattiti infiniti e più o meno calmi su personaggi, snodi narrativi, implicazioni etiche... Basta vah ;)