Con il nuovo iOS 11 di Apple gli iPhone sarebbero più lenti per i clienti

Con l’aggiornamento ad iOS 11 sembra che i consumatori notino una maggiore lentezza dei loro iPhone, ma Futuremark smentisce.

Ancora oggi sentiamo dalle persone che hanno a che fare da tempo con la tecnologia che “un tempo le cose duravano di più” e non si riferiscono tanto al fatto che i prodotti dopo un certo numero di anni si rompessero diventando di fatto inutilizzabili, ma piuttosto al fatto che anche dopo l’uscita di nuovi modelli, l’utente non era “costretto” a sostituire il vecchio esemplare perché ormai obsoleto; proprio riguardo a ciò è da un po’ di tempo che circolano voci diffamatorie nei confronti di Apple.

L’azienda informatica di Cupertino infatti si è ritrovata al centro di una terribile coincidenza poco dopo la pubblicazione del nuovo sistema operativo per smartphone iOS 11 a metà settembre. Google conferma che una delle parole chiave più ricercate in quel periodo è stata proprio “iPhone lento”, sintomo che molti clienti della mela si siano ritrovati per le mani degli smartphone con prestazioni inferiori rispetto al passato e la coincidenza con il nuovo aggiornamento del sistema operativo proprietario ha fatto diffondere male voci su Apple. La notizia che le principali case produttrici di smartphone, e di relativo software, tendano a rendere più lenti i dispositivi dopo un certo periodo dalla loro uscita.

La cosa ha toccato tuttavia in special modo Apple che è stata accusata da molti in rete di provocare volontariamente l’obsolescenza dei vecchi apparecchi in maniera programmata in modo tale da costringere i clienti a passare ai modelli più recenti anche se i loro ancora erano più che bastevoli per le loro necessità. Una cosa simile è accaduta qualche tempo fa con Whatsapp Messenger, la nota applicazione per la messaggistica istantanea aveva infatti eliminato il supporto ad alcune obsolete versioni di Android nonostante di fatto il programma non avesse alcun problema a funzionare su dispositivi anche molto antiquati.

Inoltre è particolarmente famosa la spiegazione, specialmente tra i più complottisti, che per via del consumismo le più grandi case tentino di schiavizzarci per continuare a comprare per il loro tornaconto personale. A discolpa di Apple è intervenuta Futuremark, azienda che si occupa principalmente di analisi delle prestazioni dei dispositivi elettronici, che ha confermato con i dati raccolti negli ultimi tre anni che non vi è stato alcun rallentamento con l’aggiornamento a firmware più recenti, ma anzi in certi casi vi sono stati anche dei miglioramenti.

Apple iPhone lenti

Secondo quanto detto da Futuremark:  “un aggiornamento può aggiungere funzioni che adoperano più risorse e più potenza di calcolo”, mentre per quanto riguarda le applicazioni è tutto un altro paio di maniche; esse potrebbero andare meglio o peggio con il nuovo aggiornamento e tutto dipende ovviamente dalla casa di sviluppo. Oltre alla questione “app” entra in gioco anche un fattore psicologico dato che, sempre a detta di Futuremark: “sapere che è disponibile un nuovo modello migliorato può bastare per far sembrare obsoleto lo smartphone meno recente”.

Fonte

Silvestro Iavarone

Classe 1993, studente universitario, che passa comunque ancora tanto e troppo tempo a videogiocare, nonostante tutto!

Lascia un commento