Cannes: il ritorno di Lars Von Trier sconvolge gli spettatori

Cos’altro potevamo aspettarci?

Dopo ben sette anni di assenza dal festival da cui fu espulso per alcune dichiarazioni filo-naziste – definite poi dal regista “uno scherzo ai giornalisti” – Lars Von Trier torna a Cannes fuori concorso con quello che egli stesso ha tenuto a descrivere come il suo film più brutale di sempre: The House That Jack Built.

A quanto pare, tali raccomandazioni sono però state sottovalutate da molti spettatori presenti alla prima proiezione, tenutasi lunedì 14 maggio, che si sono poi ritrovati a dover abbandonare la visione tra urla e lamentele varie.

Tha House That Jack Built Lars Von Trier

La scena “incriminata” ha causato la fuoriuscita dalla sala di un centinaio di persone e pare ritraesse il protagonista del film, un serial killer interpretato da Matt Dillon, nell’atto di sparare a due bambini con un fucile da caccia, facendo saltare loro la testa.
Ovviamente non si sono fatte attendere le reazioni su Twitter.

Nonostante al termine della proiezione la sala fosse ormai mezza vuota, il pubblico ancora presente in sala ha omaggiato il regista Von Trier con una lunga standing ovation.

Ricordiamo ai nostri lettori che l’uscita di The House That Jack Built è attesa negli Usa per quest’autunno.

 

Fonte

Antonio Pontillo

Per metà nerd e metà animale sociale, ho 27 anni e una grande passione per videogiochi, serie tv, musica, film e tecnologia.