Sicurezza smartphone: i lettori di impronte digitali possono sbagliare

Il sistema di sicurezza più usato nei moderni smartphone potrebbe avere delle lacune. Alcuni lettori di impronte digitali, presenti nei device iPhone e Android, potrebbero essere ingannati. Scopriamo insieme come.

Alcuni ricercatori della New York University e della Michigan State University hanno reso nota la vulnerabilità dei sistemi biometrici presenti sui nostri smartphone.
I sistemi di scansione delle impronte digitali potrebbero essere infatti raggirati utilizzando dei “passepartout“.

Questi stampi polivalenti hanno dimostrato di essere capaci di bypassare i sistemi di sicurezza all’incirca il 65% delle volte. Essi sono creati sfruttando le lacune che gli scanner di impronte mostrano. Questi si basano su due principali tecnologie. Possono essere dei micro scanner che individuano parte di creste e solchi. Oppure possono essere dei lettori che mappano lo strato sottocutaneo del dito. Tuttavia, in entrambi i casi vengono tralasciati numerosi dettagli che rendono unica ogni impronta.

“È più probabile ottenere una falsa corrispondenza partendo da un’immagine parziale rispetto a un’immagine completa e molti dispositivi fanno affidamento solo a porzioni di immagini per l’identificazione” afferma Nasir Memon, uno dei ricercatori.

Per esempio, negli smarphone Apple, il Touch ID ha la probabilità di riconoscere un’impronta analoga a quella di sblocco di 1 su 50.000. A questo proposito è stato messo un limite di cinque tentativi per diminuire la probabilità di sblocco casuale.

Comunque, lo studio in questione, pubblicato dalla IEEE,Institute of Electrical and Electronic Engineers, è da considerarsi con cautela, affermano i ricercatori. Tutti i test sarebbero stati fatti su simulatori al computer, non su smartphone veri e propri. Per questo non si può sapere quanto sia attendibile il valore percentuale ottenuto dagli ingegneri.

Tuttavia, se volete avere la massima protezione sul vostro dispositivo, sarà bene usare tutti gli strumenti in vostro possesso. Il sistema di riconoscimento ad impronta digitale è si funzionale ma non infallibile, sarà quindi utile associarlo ad una codice di sblocco mediante digitazione.

Fonte

Share on Facebook15Tweet about this on TwitterShare on Google+0

Marco Franzon

Cerco di dare un senso alle cose infinitamente piccole.

Lascia un commento