GPU, Motherboard, MHz: guida ai vocaboli del Nerd medio

“Hey, lo sai che monto una memoria DDR3 con timing 7 7 7 a 2133MHz?”

Avete un amico un po’ nerd che vi dice frasi del genere senza riuscirvi a farvi capire una mazza? Beh, non preoccupatevi più, da oggi potrete entrare anche voi nelle sue discussioni grazie a questa guida. Ma bado alle ciance, vediamo un elenco di tutti i termini da geek.

Computer2

Unità di misura

Bit: L’unità di misura dei dati nell’informatica. Esso può avere un valore bianrio (0 o 1), e l’insieme di questi valori, quindi di più bit, formano l’istruzione che arriverà al processore (ad esempio una sequenza di 8 bit possono benissimo rappresentare una lettera). 8 bit formano un Byte, 1000 Byte formano un Kilobyte (KB), 1000 KB fomano un Megabyte (MB), 1000 Megabyte formano un Gigabyte (GB) e così via.

Hertz: L’unità di misura della velocità nell’informatica, indica la velocità con qui un’attività viene ripetuta nel giro di un secondo, equivale a 1/s.

Componenti del computer

CPU o Processore: Il cuore pulsante di tutto il computer, è da dove passano tutti i dati che devono essere elaborati. In poche parole se quando digitate una lettera la vedete apparire sullo schermo, in gran parte è merito suo. Essa si divide in Core, unità che servono a diminuire il carico di lavoro. E’ un po’ come se ci mettiamo in 4 a sollevare 100 chilogrammi: si fa molta meno fatica.

GPU o Scheda Video: Anche questa serve a elaborare i calcoli, ma qui parliamo di quelli grafici. Vi ricordate l’esempio della digitazione della lettera? La CPU si occupa di trasformare i dati in output video sul vostro monitor, servendosi dei pixel.

Scheda Madre: La principale componente interna, è collegata all’alimentatore e da lì, grazie ad attacchi specifici, collega e da energia a tutti gli altri componenti del computer. E’ formata da vari transistor e condensatori che servono a modulare il flusso dei dati che devono venir reindirizzati verso le altre componenti.

Hard Disk: La memoria del computer. E’ dove vengono salvati tutti i dati, ogni canzone, ogni immagine, ogni file viene salvato qui. Funziona grazie a un sistema di microaghi che “incide” i dati su un materiale ferromagnetico che li cattura sotto forma di bit. Gli spazi dove vengono allocati questi bit prendono il nome di cluster.

RAM: Random Access Memory. E’ dove vengono salvate le attività di un utente durante la sessione lavorativa, e permette di avere accesso rapido a un’applicazione anche se minimizzata. In poche parole, permette il classico “Multitasking“.

Alimentatore: Il compito di quest’ultimo è molto semplice, fornisce corrente elettrica all’intero sistema per permetterne il funzionamento.

Case: La parte esterna di un computer, solitamente fatta o di plastica o di alluminio.

Terminologie varie

DDR/GDDR: Sistema di memorie a stato solido montate sulle RAM o sulle schede video. Le memorie di tipo DDR sono quelle relative alle RAM, attualmente alla versione 3, mentre le GDDR sono relative alla scheda video e sono alla versione 5. Quest’ultime servono a memorizzare istruzioni e calcoli di rendering video per permetterne il sopracitato output.

Timing: Non scendo in tecnicismi, vi basti sapere che è il tempo che la corrente elettrica deve sostare in una memoria di silicio per cambiare lo stato di quest’ultima. In poche parole, il timing è la velocità d’aggiornamento dei dati in una memoria RAM.

Semiconduttori: Materiali che permettono la realizzazione di transistor o comunque microprocessori. Sono semiconduttori il silicio (Si) o anche l’afnio, materiale che era stato candidato ad essere usato per alcuni microprocessori Intel.

About Rinaldo Coccia

Studente di giorno, nerd di notte, sconfiggo le forze malefiche del Blocco del Moltiplicatore e overclocko qualsiasi cosa mi capiti sottotiro. Amante della pizza, delle Macro, del dormire e del minimalismo ;D Sono anche un webdesigner, se vuoi fai un click qui sotto!

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0
Ti potrebbe interessare