GPU, Motherboard, MHz: guida ai vocaboli del Nerd medio

“Hey, lo sai che monto una memoria DDR3 con timing 7 7 7 a 2133MHz?”

Avete un amico un po’ nerd che vi dice frasi del genere senza riuscirvi a farvi capire una mazza? Beh, non preoccupatevi più, da oggi potrete entrare anche voi nelle sue discussioni grazie a questa guida. Ma bado alle ciance, vediamo un elenco di tutti i termini da geek.

Computer2

Unità di misura

Bit: L’unità di misura dei dati nell’informatica. Esso può avere un valore bianrio (0 o 1), e l’insieme di questi valori, quindi di più bit, formano l’istruzione che arriverà al processore (ad esempio una sequenza di 8 bit possono benissimo rappresentare una lettera). 8 bit formano un Byte, 1000 Byte formano un Kilobyte (KB), 1000 KB fomano un Megabyte (MB), 1000 Megabyte formano un Gigabyte (GB) e così via.

Hertz: L’unità di misura della velocità nell’informatica, indica la velocità con qui un’attività viene ripetuta nel giro di un secondo, equivale a 1/s.

Componenti del computer

CPU o Processore: Il cuore pulsante di tutto il computer, è da dove passano tutti i dati che devono essere elaborati. In poche parole se quando digitate una lettera la vedete apparire sullo schermo, in gran parte è merito suo. Essa si divide in Core, unità che servono a diminuire il carico di lavoro. E’ un po’ come se ci mettiamo in 4 a sollevare 100 chilogrammi: si fa molta meno fatica.

GPU o Scheda Video: Anche questa serve a elaborare i calcoli, ma qui parliamo di quelli grafici. Vi ricordate l’esempio della digitazione della lettera? La CPU si occupa di trasformare i dati in output video sul vostro monitor, servendosi dei pixel.

Scheda Madre: La principale componente interna, è collegata all’alimentatore e da lì, grazie ad attacchi specifici, collega e da energia a tutti gli altri componenti del computer. E’ formata da vari transistor e condensatori che servono a modulare il flusso dei dati che devono venir reindirizzati verso le altre componenti.

Hard Disk: La memoria del computer. E’ dove vengono salvati tutti i dati, ogni canzone, ogni immagine, ogni file viene salvato qui. Funziona grazie a un sistema di microaghi che “incide” i dati su un materiale ferromagnetico che li cattura sotto forma di bit. Gli spazi dove vengono allocati questi bit prendono il nome di cluster.

RAM: Random Access Memory. E’ dove vengono salvate le attività di un utente durante la sessione lavorativa, e permette di avere accesso rapido a un’applicazione anche se minimizzata. In poche parole, permette il classico “Multitasking“.

Alimentatore: Il compito di quest’ultimo è molto semplice, fornisce corrente elettrica all’intero sistema per permetterne il funzionamento.

Case: La parte esterna di un computer, solitamente fatta o di plastica o di alluminio.

Terminologie varie

DDR/GDDR: Sistema di memorie a stato solido montate sulle RAM o sulle schede video. Le memorie di tipo DDR sono quelle relative alle RAM, attualmente alla versione 3, mentre le GDDR sono relative alla scheda video e sono alla versione 5. Quest’ultime servono a memorizzare istruzioni e calcoli di rendering video per permetterne il sopracitato output.

Timing: Non scendo in tecnicismi, vi basti sapere che è il tempo che la corrente elettrica deve sostare in una memoria di silicio per cambiare lo stato di quest’ultima. In poche parole, il timing è la velocità d’aggiornamento dei dati in una memoria RAM.

Semiconduttori: Materiali che permettono la realizzazione di transistor o comunque microprocessori. Sono semiconduttori il silicio (Si) o anche l’afnio, materiale che era stato candidato ad essere usato per alcuni microprocessori Intel.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0

Rinaldo Coccia

Studente di giorno, nerd di notte, sconfiggo le forze malefiche del Blocco del Moltiplicatore e overclocko qualsiasi cosa mi capiti sottotiro. Amante della pizza, delle Macro, del dormire e del minimalismo ;D Sono anche un webdesigner, se vuoi fai un click qui sotto!

Lascia un commento